6° edizione Premio Teresa Strada

Io sono un viaggiatore e un navigatore, e ogni giorno scopro una regione nuova nella mia anima. Kahlil Gibran


La Fondazione Prosolidar - Onlus, insieme all'associazione Emergency e Maestri di Strada onlus, promuove la sesta edizione del Premio Teresa Sarti Strada, rivolto a bambini e ragazzi iscritti alle scuole scuole primarie e secondarie di 1° grado.


Le radici sono importanti, nella vita di un uomo, ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici, e le gambe sono fatte per andare altrove” da Un po’ per amore, un po’ per rabbia di Pino Cacucci (2008).
Il viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi” di Marcel Proust (1871-1922).


Le gambe ci permettono di viaggiare ma, allo stesso modo, si può viaggiare con le idee, con la fantasia e si può sognare. Il viaggio non è mai fine a se stesso ma diventa sinonimo di ricerca. La libertà di movimento è uno dei diritti fondamentali dell’uomo sancito dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, ma il viaggio è soprattutto “andare verso”, ricercare nuove possibilità e aprirsi a nuove conoscenze. Partendo dalle citazioni si chiederà agli studenti di illustrare il tema o produrre elaborati scritti o multimediali che riflettano anche sul significato meno apparente e più profondo del viaggio, quale può essere una ricerca di sé. 

Il "Premio Teresa Sarti Strada" - moglie di Gino, scomparsa nel 2009 - è stato istituto allo scopo di promuovere la cultura e l’interesse dei bambini e dei ragazzi verso le più attuali tematiche sociali. L’obiettivo è far acquisire ai partecipanti una consapevolezza diretta dei valori della pace, della solidarietà, dei diritti umani e della giustizia sociale e far loro esprimere singolarmente o nella comunità scolastica un’idea di futuro costruito su valori positivi. Il premio è dedicato a Teresa Sarti Strada, ma il pensiero è rivolto anche a tutte le Terese del mondo, che dedicano la loro vita, la loro passione il loro impegno per aiutare gli altri, mosse da quella che i latini chiamavano pietas, empatia per chi soffre, ma anche a tutte quelle Terese che hanno ancora la capacità di indignarsi di fronte alle ingiustizie, alle guerre, alle violazioni della dignità umana dei diritti inviolabili delle persone.

Presso il teatro dei Piccoli alla Mostra d'Oltremare di Napoli, il 28 maggio si è svolta la cerimonia di premiazione delle scuole vincitrici, ed è stata una bella giornata di unione e scambio sociale. Una giuria composta da rappresentanti di Emergency, Fondazione Prosolidar (che finanzia l’iniziativa) e Maestri di Strada, ha esaminato disegni, video e scritti prodotti individualmente ed in gruppo da alunni delle scuole primarie e medie. Un panorama dell’impegno di docenti ed allievi su un tema che evoca lo stesso cammino dell’uomo nella storia. Gli undici elaborati premiati testimoniano creatività ed inventiva che vivono nonostante apparati istituzionali che troppo spesso le scoraggiano.
Maestri di Strada è presente ‘fuori concorso’ con una mostra “viaggio nelle periferie dell’animo e della città”
Questa la presentazione al pubblico presente:
I Maestri di Strada come dice il nome fanno del viaggio nei luoghi e nelle coscienze il loro metodo: raccolgono strada facendo le risorse incontrando persone, creando relazioni, connotando i luoghi e le cose con la presenza attiva dei giovani.
I Maestri di Strada sostengono lo sviluppo delle comunità, organizzando i giovani intorno a progetti condivisi, chiamando il mondo adulto ad assumersi la responsabilità educativa, proponendo un processo di apprendimento sociale che è anche partecipazione emotiva e sviluppo di legami sociali, come vedrete tra poco attraverso il gruppo di genitori che animerà uno speciale viaggiatore.
E questa è una buona occasione per rinsaldare legami e crearne di nuovi: incontriamo la Fondazione Prosolidar, nella persona del suo Segretario Generale Ferdinando Giglio, che ha sostenuto negli ultimi tre anni lo sviluppo dei Maestri di Strada e speriamo possa farlo anche in futuro, abbiamo incontrato questa splendida istituzione Teatro dei Piccoli, e abbiamo incontrato l'organizzazione nazionale di Emergency che sono nostri vicini nel lavoro a Ponticelli.
Siamo felici di aver incontrato Emergency che come, è noto a tutti, opera a livello mondiale il sostegno all’uomo, contro le violenze della guerra e della miseria.
Noi Maestri di Strada ci occupiamo di ferite interiori, di ferite alle relazioni, ferite alla convivenza civile. Curare le ferite al corpo è difficile e pericoloso come dimostra l’esperienza di Emergency e di altre organizzazioni umanitarie, ma curare le ferite interiori è ancora più difficile perché non tutti le sanno vedere e troppi le ignorano per non farsi coinvolgere.
I Maestri di Strada per poter dialogare con i giovani che incontrano imparano ogni giorno la dura arte di dialogare con le proprie parti più deboli e timorose, ma sono sostenuti da un solido metodo di lavoro e dalla solidarietà umana che anche le persone che vivono le condizioni più difficili sviluppano quando ci si avvicina a loro con autenticità.
Ciò che accomuna coloro che svolgono attività umanitarie nel campo dell’aiuto alle persone povere o ferite e chi cura l’educazione è la solidarietà umana, capacità di riconoscere la sofferenza umana oltre le apparenze, oltre qualsiasi barriera di età, sesso, religione, cultura.  

 

Torna al diario

Sostieni Maestri di Strada

Compila i campi richiesti e fai la tua donazione. Poco o tanto non importa, il tuo supporto renderà possibile il sereno svolgimento delle nostre attività formative per ragazzi a rischio dispersione.

Riservato alle donazioni aziendali

Modalità di pagamento

Dona tramite PayPal senza commissioni. Al termine della procedura sarai indirizzato alla pagina di pagamento PayPal.

Puoi effettuare il bonifico entro 3 giorni dall’intenzione di donazione espressa in questa pagina.
I dati per effettuare il bonifico sono: Intestatario: Ass. Maestri di Strada BANCA INTESA SANPAOLO
IBAN: IT20 R030 6909 6061 0000 0075 313
BIC: BCITITMM (Donazioni dall'Estero)

Il tuo messaggio