C.I.P. Napoli - Centro di Identità Permanente

5 grandi associazione per un unico grande progetto

La Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli ha selezionato 5 associazioni per dare vita a C.I.P. Napoli (Centro di Identità Permanente).

Associazioni attive sul territorio negli ambiti de:

- Consapevolezza corporea e crescita personale

- Educazione al bello

- Tecnologia applicata all’arte

- Educazione non formale multidisciplinare riflessiva

Nuova Orchestra Scarlatti

La Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, nata nel 1993 a seguito dello scioglimento dell’Orchestra ‘Scarlatti’ della RAI, ha sempre concepito la grande musica come un bene comune da diffondere ovunque, oltre che negli auditorium e nei teatri, anche nelle piazze, nei musei, nelle scuole, nelle chiese, coinvolgendo migliaia di giovanissimi, ragazzi, anziani; ha realizzato eventi e rassegne concertistiche sul territorio, concerti e tournée in Italia e all’estero (in Europa, Russia, Palestina, Cina, ecc.), incontri per le scuole con oltre 130.000 studenti ed eventi aperti a tutti come i cicli di Concerti Sociali tenutisi alla RAI di Napoli tra il 2007 e il 2009. Dal 2014 ha dato vita accanto a sé ad altre orchestre: la Scarlatti Junior (attualmente 112 giovanissimi tra gli 11 e i 20 anni), la Scarlatti Young (giovani strumentisti fra i 18 e i 30 anni), l’amatoriale Scarlatti per Tutti, e ora è anche in gestazione l’Ensemble per Federico aperto al mondo dell’Università.

Associazione SURYAEL Yoga School Napoli

SURYAEL nasce con l’intento di promuovere la conoscenza e la pratica Yoga, il Reiki e l’Ayurveda e di integrarli nella vita quotidiana di pratica e insegnamento e in progettualità sociali di alto profilo. SURYAEL è un progetto di restituzione e riconoscenza allo Yoga inteso come attività di integrazione di mente, corpo, respiro e cuore e come direzione di vita. È a Napoli e in Sicilia (Scicli).L’associazione è attiva in ambito sociale con progetti di Yoga in carcere, Yoga per i bisogni speciali, Yoga e Oncologia, Yoga contro la dispersione scolastica, Yoga per welfare di comunità, Yoga per le aziende e per operatori a rischio burn out. L’associazione si avvale di un gruppo di insegnanti con decennale esperienza nell’ambito delle discipline dello Yoga. Propone classi e workshop di Vinyasa Yoga, Ashtanga Yoga, Yoga Dolce, Hatha Yoga Dhara, Gioca Yoga Bimbi, Yoga in Danza, Postural Yoga, Purna Yoga, Yoga Prenatale, Yoga over 60, Yoga per Teenager, Vinyasa Krama, Yoga per i bisogni speciali e trattamenti Reiki e Ayurveda.

Maestri di Strada

“Maestri di strada” è innanzi tutto una idea di educazione centrata sullo sviluppo delle relazioni di cura educativa, che considera la crescita delle nuove generazioni un compito complesso che impegna tutta la persona e le sue relazioni e non solo il pensiero. Maestri di Strada è quindi anche una metodologia per la promozione di forme solidali di vita in comune e un modo di costruire la città intessendo relazioni e reciproche responsabilità. Cura educativa significa mettere in primo piano le energie delle giovani persone in crescita. Gli attori della cura educativa accompagnano la crescita con sostegno emotivo, guida cognitiva, maestrìa nelle professioni, collaborazione alla cura parentale. Lo sviluppo di relazioni personali e responsabili è fondata sulla reciprocità delle relazioni sancita da espliciti patti formativi. Ogni atto, ogni respiro, ogni presenza, ogni assenza che riguardi le giovani persone assume un ruolo ed un significato fondante la relazione, dà significato e sapore alla vita e al bene comune. Ogni attività della ONLUS Maestri di Strada viene condotta nel rispetto di questi principi guida, affinché qualsiasi provvidenza, qualsiasi aiuto, qualsiasi struttura assuma senso e significato per il progetto di vita degli individui coinvolti.

Respiriamo Arte

Nell’Ottobre 2013 da un’idea di un gruppo di giovani laureati partenopei, specializzati in campo artistico e letterario, nasce l’Associazione Culturale Respiriamo Arte. La mission dell’Associazione è il recupero del patrimonio storico e artistico della città di Napoli attraverso la tutela e la valorizzazione di luoghi e monumenti simbolo che rappresentano e custodiscono la sua memoria storica. Lasciti, troppo spesso abbandonati all’incuria e al degrado. La passione, la perseveranza e il dinamismo operoso degli ideatori di Respiriamo Arte fanno dell’Associazione un organismo vitale che si nutre del riappropriarsi e del restituire alla comunità un pezzo importante della propria storia come già fatto con la Chiesa dei SS. Filippo e Giacomo dell’Arte della Seta e la Chiesa di Santa Luciella.

Parti Solutions

L’Associazione Culturale Parti Solutions da oltre due anni si occupa di promozione e valorizzazione dei siti culturali di Napoli grazie all’utilizzo di moderne tecnologie. Numerose sono state le attività di collaborazione e organizzazione di eventi, mostre e piece teatrali a cui ha preso parte quali “La relazione Accademica” di Kafka nei locali della Federico II, “l’Università dell’Arte” ospitata al PAN, mostre presso la Fondazione “Circolo Artistico Politecnico”. Nella nostra compagine associativa sono presenti competenze multidisciplinari che permettono di affrontare il tema della valorizzazione dei beni culturali facendo ricorso a tecnologie innovative nell’ambito del paradigma dell’internet delle cose (Internet of Things) e dei Big Data. Nel maggio 2017 abbiamo realizzato la prima audioguida multimediale basata su sensori di prossimità nella struttura di Castel Nuovo, utilizzabile negli ambienti monumentali e nella pinacoteca. Dal 2018 stiamo realizzando un progetto di analisi e monitoraggio dei flussi turistici in forma non invasiva all’interno del Museo Archeologico Nazionale di Napoli attraverso tecniche di Data Mining e Analytics replicando l’esperimento commissionato dal Louvre di Parigi al Prof. Carlo Ratti con il Senseable City Lab dell’M.I.T di Boston.Napoli, tour nel centro storico tra yoga e musica

 

L'impegno di queste associazioni si concentra nel mettere in campo le diverse competenze ed esperienze in un progetto unico, con l’obiettivo di realizzare attività dedicate alla:

– Protezione e riscoperta dell’identità di una particolare area del Centro Storico di Napoli, un territorio che ha ancora una storia da riportare alla luce, da raccontare e valorizzare: si tratta dell’area che gravita intorno a uno dei tanti cardi che interseca il decumano inferiore, che collega la Chiesa di Santa Luciella ai Librai al Complesso dei Santi Marcellino e Festo.

– Sperimentazione di nuove metodologie di educazione non formale attraverso percorsi formativi esperienziali realizzati grazie alla sinergia e alla contaminazione delle diverse aree di competenza:

Yoga Arte Tecnologia Pedagogia Musica

 

Il Programma dei Corsi
Percorso di educazione non formale multidisciplinare ed esperienziale

 A CHI È RIVOLTO E PERCHÈ:

Operatori del terzo settore, del welfare e dell’innovazione sociale, studenti universitari, educatori e professionisti impegnati nell’ambito della promozione sociale e culturale, e del mondo della scuola.

Tutti gli appassionati di Napoli e del suo Centro storico, desiderosi di nuove esperienze di conoscenza e di scoperta.

Il percorso è ispirato a quattro temi, articolati in altrettanti moduli:

Ascolto / Identità / Cura / Cambiamento

Un’immersione attraverso diverse attività per acquisire nuove conoscenze, esperienze, competenze, arricchire il proprio percorso di crescita personale/professionale e partecipare alla valorizzazione del proprio territorio.

Il percorso inoltre, attraverso queste varie esperienze e competenze, vuole fornire nuova linfa, nuove possibilità di incontro e confronto e nuove riflessioni intorno ai valori che abbracciano una comunità, incentivando il pensiero creativo per generare innovazione.

ATTIVITA':

Lo yoga e la meditazione, per coltivare nuove modalità di relazione con sé stessi e con l’altro.
L’arte e l’educazione al bello, per aprire nuovi sguardi sul proprio patrimonio materiale e immateriale.
La tecnologia, per coinvolgere le nuove generazioni e fornire risposte adatte ai nostri tempi.
Le metodologie riflessive del lavoro educativo sul campo, per stimolare la crescita di una comunità solidale.
L’ascolto creativo e la pratica musicale come esperienza condivisa di aggregazione e conoscenza.
 

CALENDARIO, PROGRAMMA, CONTENUTI:

 

ASCOLTO – modulo 1 (2 gg.)

venerdì 26 aprile | 9.00-18.00

sabato 27 aprile | 9.00-18.00

 

Le parole per nominare il mondo. Leggere è un atto trasformativo, un atto sociale, che può cambiare le traiettorie di vita delle bambine e dei bambini. Il laboratorio permetterà di sfiorare queste esperienze attraverso l’incontro con gli albi illustrati e permetterà di conoscere le basi scientifiche a sostegno del potere trasformativo della lettura condivisa.

Medesimi valori, in Satsang. Seminario teorico-pratico sul concetto di “satsang”, un gruppo che condivide medesimi valori e mette in opera azioni sinergiche per una finalità comune, attraverso principi di etica e di pratica condivisa.

I partecipanti saranno guidati attraverso un brainstorming collettivo, giochi di improvvisazione guidata e una pratica yoga direzionati allo sviluppo della consapevolezza della presenza degli altri.

Dietro la facciata. Le architetture e gran parte delle opere d’arte non sono solo espressione di un determinato periodo storico -artistico, ma a una lettura più attenta possono essere testimonianza di un pensiero e di una strategia politica, l’affermazione manifesta di una determinata classe sociale o di una particolare spiritualità e devozione.

Dentro l’Orchestra. Un’inedita esperienza di full immersion nella musica e nei suoi meccanismi segreti: i partecipanti saranno a contatto diretto con i giovani componenti dell’Orchestra Scarlatti Junior impegnati in prove ed esecuzioni di grandi pagine sinfoniche, alla scoperta di una nuova dimensione dell’ascolto. 

 

IDENTITA’ – modulo 2 (3 gg.)

venerdì 17 maggio | 15.00-18.00 

sabato 18 maggio | 10.00-13.00

domenica 19 maggio | 10.00-13.00

 

Terra-Terra. Laboratorio che integra la cura dell’orto, dell’ambiente e delle relazioni sociali, partendo dalla scoperta dei cicli naturali e della sana alimentazione e arrivando al caso dell’alleanza educativa praticata nell’Orto Sociale di Ponticelli, un’oasi nelle periferie della città e dell’anima.

I Suoni della Terra. Un incontro sulla struttura e l’uso di strumenti musicali tradizionali del nostro territorio: come la tammorra, millenario strumento vesuviano ‘fratello’ di altri dell’area mediterranea, riscoperto nel suo originario legame con il lavoro e i riti della terra e della città.

Le parole per nominare il mondo. Leggere è un atto trasformativo, un atto sociale, che può cambiare le traiettorie di vita delle bambine e dei bambini. Il laboratorio permetterà di sfiorare queste esperienze attraverso l’incontro con gli albi illustrati e permetterà di conoscere le basi scientifiche a sostegno del potere trasformativo della lettura condivisa.

Essere dentro. Meditazione camminata consapevole silenziosa secondo la metodologia di Thich Nhat Hanh attraverso i luoghi del centro storico oggetto del progetto, come rappresentazione e riscoperta dell’identità relazionale uomo/luogo.

Percorso guidato nell’ambito di riferimento per allenare l’utente ad ascoltare ciò che le opere sottendono. La Chiesa dei SS. Filippo e Giacomo dell’Arte della Seta – la Chiesa di Santa Luciella ai Librai: l’antichissima storia delle Corporazioni di Mestiere.

 

CURA – modulo 3 (3 gg.)

venerdì 28 giugno | 9.00-13.00 

sabato 29 giugno | 9.00-13.00 – 15.00-18.00

domenica 30 giugno| 9.00-13.00 – 15.00-17.00

 

Music-art-educazione nella Globalità dei Linguaggi. Laboratorio incentrato su attività espressivo-comunicative che, attraverso la musica e altri linguaggi artistici, favoriscano la cura del sé e del “grembo” sociale e, contemporaneamente, incoraggino le pratiche di integrazione.

Teatro di Figura di comunità + Il Giardino Segreto: tra narrazione e trasformazione. Il Teatro di figura è un linguaggio visuale con un valore metaforico ed evocativo: gestito con finalità educative, consente incontri autentici con l’Altro e col Sé e attiva piccoli ma importanti processi evolutivi.

Il laboratorio prevede la costruzione di grandi figure che rappresentino e raccontino il paesaggio umano esplorato e incontrato; in alcuni momenti sarà svolto col supporto del gruppo di psicologi di Maestri di Strada che adotteranno tecniche quali osservazione, riflessione, restituzione.

Consapevoli nella non violenza. Laboratorio teorico-pratico di consapevolezza psico-fisica per promuovere Ahimsa (primo degli Yama – osservanze nello Yoga degli otto passi) al fine di sviluppare ascolto empatico verso se stessi e verso l’altro utilizzando le tecniche del respiro (Pranayama), del respiro in relazione con la terra (sorreggersi, crollare, mollare), respiro posteriore e respiro condiviso. Attività pratica finalizzata allo sviluppo del contatto consapevole.

Il Suono ombelicale. Un incontro dedicato alla pratica musicale come strumento di conoscenza di sé, di approfondimento del rapporto mente/corpo: esercizi vocali individuali alla ricerca del proprio ‘suono ombelicale’ prepareranno a un successivo momento in cui le varie voci ritrovate si fonderanno in una sonorità corale per un’intensa esperienza di condivisione. 

 

CAMBIAMENTO – modulo 4 (3 gg.)

venerdì 12 luglio | 9.00-12.00 – 14.00-17.00 

sabato 13 luglio | 10.00-13.00 – 14.00-17.00

domenica 14 luglio | 9.00-13.00 – 15.00-17.00

 

Ch-Changes. Il percorso laboratoriale sincretico tra linguaggi delle arti visive e del teatro ha alla base della sua struttura la trasmissione di conoscenze legate al lavoro in contesti cosiddetti “a rischio”. Attraverso l’esperienza del Bello le metamorfosi ambientali, sociali e personali assumono tratti sempre estremamente significativi. Corpo, colore e narrazione saranno al centro di due mattine dedicate alla rigenerazione del sé e della dimensione collettiva.

Rinascere dal degrado. Il caso della Chiesa di Santa Luciella ai Librai abbandonata e chiusa al pubblico per decenni, sottratta al degrado non solo ripristinando la sicurezza dei luoghi e rendendola nuovamente fruibile al pubblico, ma valorizzandola come centro di inclusione sociale e nuovo attrattore turistico – culturale, anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie. 

Teatro di Figura di comunità + Il Giardino Segreto: tra narrazione e trasformazione.

Il Teatro di figura è un linguaggio visuale con un valore metaforico ed evocativo: gestito con finalità educative, consente incontri autentici con l’Altro e col Sé e attiva piccoli ma importanti processi evolutivi.

Il laboratorio prevede la costruzione di grandi figure che rappresentino e raccontino il paesaggio umano esplorato ed incontrato; in alcuni momenti sarà svolto col supporto del gruppo di psicologi di Maestri di Strada che adotteranno tecniche quali osservazione, riflessione, restituzione.

Uno sforzo consapevole e costante. Seminario teorico-pratico sui concetti di Abyasa, Vairagya e Sankalpa, sforzo consapevole e costante e chiara direzione al fine della generazione di un cambiamento duraturo nel tempo.

Sarà condotta un’azione di brainstorming collettivo e focus laboratorio Segni Mossi Inspired (Musica, ritmo, movimento e tratto grafico) utilizzando il tratto creativo come testimone del cambiamento nel movimento.

I Battiti del Vulcano. Un incontro sul ritmo vissuto come elemento dinamico per indirizzare il movimento verso obiettivi di trasformazione. Le percussioni si intrecceranno alla pratica yoga come elemento catalizzatore per poi coinvolgere i partecipanti nell’uso di semplici strumenti e far musica insieme nel segno del cambiamento. 

 

COME PARTECIPARE:

 

Gli incontri sono GRATUITI grazie al finanziamento ottenuto in seguito alla partecipazione al bando “Insieme, un Welfare di Comunità” realizzato dalla Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli in collaborazione con Fondazione con il SUD.

Ogni incontro è diverso dall’altro ed ogni modulo affronta i vari aspetti di un tema.

È possibile partecipare sia ai singoli moduli, sia all’intero percorso formativo.

Sarà rilasciato un attestato di partecipazione agli incontri che sarà consegnato durante un evento speciale. Vi comunicheremo la data nei prossimi mesi.

 

COME ISCRIVERSI:

Il percorso è a numero chiuso.

Prenotazione entro il 24 aprile 2019.

Per prenotare la presenza al singolo modulo o all’intero percorso rispondi a questa mail indicando:

 

– NOME

– COGNOME

– DATA DI NASCITA

– COMUNE DI RESIDENZA

– PROFESSIONE/STUDI

– N° TELEFONO PER COMUNICAZIONI

 

Ti aspettiamo! 

 

Torna al diario

Sostieni Maestri di Strada

Compila i campi richiesti e fai la tua donazione. Poco o tanto non importa, il tuo supporto renderà possibile il sereno svolgimento delle nostre attività formative per ragazzi a rischio dispersione.

Riservato alle donazioni aziendali

Modalità di pagamento

Dona tramite PayPal senza commissioni. Al termine della procedura sarai indirizzato alla pagina di pagamento PayPal.

Puoi effettuare il bonifico entro 3 giorni dall’intenzione di donazione espressa in questa pagina.
I dati per effettuare il bonifico sono: Intestatario: Ass. Maestri di Strada Banca: Banca Prossima
IBAN: IT64 V033 5901 6001 0000 0075 313
BIC: BCITITMX (Donazioni dall'Estero)

Il tuo messaggio